Mercoledì, 25 Gennaio 2017 09:51

Relazione del Responsabile

Relazione Annuale del Responsabile della Prevenzione della Corruzione Farmacie Comunali s.r.l.- anno 2019 - in allegato

Relazione Annuale del Responsabile della Prevenzione della Corruzione Farmacie Comunali s.r.l.- anno 2018 - in allegato

Relazione Annuale del Responsabile della Prevenzione della Corruzione Farmacie Comunali s.r.l.- anno 2017 - in allegato 

Relazione Annuale del Responsabile della Prevenzione della Corruzione Farmacie Comunali s.r.l.- anno 2016 - in allegato

Società: Farmacie Comunali s.r.l.,  P. Iva 06041561009

RPC: Dottor Fabio Reposi

  • Considerazioni generali
    Il Piano Anticorruzione adottato dalla Società e pubblicato nei modi d’uso risulta pienamente implementato ed attuato.
    Il Livello di esposizione ai rischi di reato della specie è risultato basso ed il monitoraggio sullo stesso è eseguito anche con la collaborazione dell’Organismo di Vigilanza.
  • Gestione del Rischio
    Il monitoraggio dei rischi di reato ha potuto essere eseguito sull’intera organizzazione dei processi aziendali, “mappati” in modo integrale, sottoposti al sistema di governo e di controllo e adottati dalla Società nell’ambito del proprio modello organizzativo. Il monitoraggio del rischio di reato è stato effettuato attraverso l’attività di auditing interna svolta dall’Organismo di Vigilanza. Durante il periodo di applicazione del Piano non si sono riscontarti eventi di tipo corruttivo.
  • Trasparenza
    L’apposita sezione del sito internet aziendale è strutturata correttamente e presenta tutti  gli elementi necessari. Nell’esercizio 2016 non sono state riscontrate richieste di accesso civico tramite la casella aziendale di posta elettronica certificata.
    Il livello di adempimenti dei presenti obblighi appare adeguato.
  • Formazione e Rotazione del personale
    Il personale aziendale è stato informato dal RPC attraverso riunioni specifiche dell’adozione del modello organizzativo e della volontà aziendale di assolvere ai requisiti del Codice Etico adottato e di non incorrere in reati della specie.
    In ragione delle dimensioni della Società e del numero limitato di personale al suo interno, caratterizzato da specifiche competenze professionali, la rotazione del personale è risultata pressoché impossibile, anche in considerazione della difficoltà operative che avrebbe determinato specialmente sull’erogazione del servizio all’utenza. Ci si è limitati a quelle forme di rotazione compatibili con l’operatività quotidiana delle due strutture.
    Gli incarichi attualmente conferiti al personale dipendente sono disposti con comunicazioni “ad personam” da parte del consigliere delegato. Non sono stati conferiti incarichi di tipo dirigenziale. Non sono stati riscontrati casi di incompatibilità, né sono stati disposti procedimenti  disciplinari.
  • Tutela del dipendente in caso di segnalazione
    E’ assicurata dalla possibilità di effettuare segnalazioni al RPC  anche in forma anonima. La società dovrà adottare ulteriori misure idonee ad incoraggiare i dipendenti a denunciare gli illeciti di cui verranno a conoscenza nell’ambito del rapporto di lavoro,  avendo cura di garantire la riservatezza dell’identità del segnalante dalla ricezione e in ogni contatto successivo alla segnalazione.

   

Responsabile della Prevenzione della Corruzione
Dottor Fabio Reposi

Ultima modifica il Mercoledì, 29 Gennaio 2020 15:44